L’Opera San Giobbe è nata nel gennaio 1946. La sua attività consiste principalmente nell’assistenza gratuita a famiglie e a persone che si trovano in uno stato di grave difficoltà, sia materiale che morale (art. 3 dello Statuto). L’Opera San Giobbe vuole continuare a portare un sollievo in situazioni veramente difficili, spesso però non basta solo un sostegno morale e di amicizia, è necessario anche un aiuto economico per le spese più urgenti.

L’attività si basa sull’opera delle Visitatrici e dei Visitatori, che periodicamente si recano presso le famiglie individuate dal Consiglio Direttivo; i Patroni e le Patronesse e forniscono un prezioso supporto economico.

Le maggiori uscite dell'associazione sono per aiutare le famiglie a pagare l’affitto di casa. Inoltre, cerca di garantire agli assistiti un sussidio economico secondo un piano predeterminato per evitare un ulteriore degrado familiare, intervenendo a tamponare eventuali emergenze.

L’intervento della San Giobbe spesso si è dimostrato provvidenziale perché ha evitato sfratti, ricorsi a prestiti la cui restituzione comportava un ulteriore danno, messa all’asta di alloggi, con conseguenze peggiori per la famiglia.

La casa dunque è l’aspetto fondamentale per mantenere ad un minimo livello di dignità la persona. Perdere la casa per un affitto non pagato può voler dire sprofondare in una crisi, certamente economica, ma anche morale che, in molti casi, non permette più alla persona di rialzarsi e di tornare ad un livello di vita decoroso. Questo aspetto risulta essere molto più grave per le persone che erano abituate ad una situazione economica migliore, senza essere necessariamente benestanti.

Proprio per evitare lo sfratto, l’Opera San Giobbe privilegia, tra le altre spese pur necessarie, il pagare gli affitti, tanto da farne un vero e proprio progetto che Reale Foundation ha compreso e finanziato.

Non sempre è facile farsi dire l’oggettiva situazione degli affitti da parte degli assistiti; spesso l’Opera San Giobbe si vede coinvolta proprio all’ultimo momento, quando solo l’esborso di denaro può risolvere il problema. Gli assistiti infatti, spesso tacciono su questo argomento, anche perché le procedure di sfratto sono lunghe e quindi, vivono nell’illusione che, col tempo, la situazione possa essere risolta, mentre altre spese più urgenti come l’alimentazione, il vestiario, ecc. Premono.

Sono diversi i casi che l’Opera San Giobbe ha affrontato, sia mediando con il padrone di casa, sia pagando gli arretrati, sia, extrema ratio, aiutando le persone a trovare una nuova sistemazione abitativa pagando loro anche il trasloco. In altre situazioni poi, l’Opera San Giobbe sceglie di pagare direttamente i canoni, proprio per evitare quanto evidenziato e scongiurare quindi lo sfratto.

Il contributo di Reale Foundation è dunque prezioso proprio per la missione dell’Opera San Giobbe: aiutare le persone in difficoltà a ritrovare la forza, la volontà, il coraggio per risalire la china dell’indigenza e raggiungere una situazione dignitosa di vita.