La Commissione spagnola per l'aiuto ai rifugiati, CEAR, difende il diritto d'asilo e i diritti umani dal 1979, promuovendo lo sviluppo dei rifugiati che fuggono da guerre o violazioni dei diritti umani, richiedenti asilo, apolidi e migranti con bisogno di protezione internazionale e / o a rischio di esclusione sociale.

Nel corso di oltre quarant'anni, CEAR ha lavorato attivamente alla difesa e alla promozione del diritto di asilo in Spagna con l'obiettivo di far progredire il suo riconoscimento e garantire l'accesso alla procedura di protezione internazionale con tutte le garanzie di legge.

CEAR rivolge un'attenzione diretta ai rifugiati nelle diverse aree: dall'accoglienza all'inserimento lavorativo e all'attenzione psicosociale, dalla denuncia alla difesa legale per avanzare nel riconoscimento dei diritti dei rifugiati. Il CEAR ha centri di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati, ai quali viene dato uno spazio per progredire nel processo della loro autonomia e piena integrazione sociale. Processo in cui sono accompagnati da team multidisciplinari di assistenza sociale, psicologica, legale e di lavoro.

Attualmente, CEAR ha l'impegno di oltre 700 volontari e oltre 700 lavoratori. Nel 2017, ha servito più di 22.000 persone in cerca di protezione internazionale - più di 350.000 negli ultimi dieci anni. Più di 3.000 membri e donatori e circa 60.000 follower nei social network supportano il lavoro fatto. Per tutto ciò, CEAR è un'entità di riferimento in termini di diritto d'asilo, lavorando direttamente con rifugiati, migranti e apolidi.

La collaborazione di "Reale Foundation" è finalizzata ad attività legate alla copertura dei bisogni primari delle persone che hanno appena richiesto protezione internazionale e alle esigenze di formazione per coloro che, avendo richiesto protezione internazionale, si trovano già in una seconda fase, denominata "Inclusione sociale".

Foto e Immagini da https://www.cear.es/