APRAMP (Associazione per la prevenzione, il reinserimento e la cura delle donne prostitute) concentra le sue forze nel combattare lo sfruttamento sessuale e il traffico degli esseri umani.
L'obiettivo dell'associazione è che le persone che subiscono queste atrocità, recuperino la libertà e la dignità affermando i loro diritti e ottenendo l'autonomia necessaria per intraprendere una vita al di fuori del controllo e dell'abuso dei loro sfruttatori.

APRAMP, dalla difesa e promozione dei diritti di queste persone, contribuisce a prevenire e sradicare lo sfruttamento e la tratta sessuale.

La visione dell'associazione è, quindi, quella di un mondo in cui lo sfruttamento sessuale e la tratta degli esseri umani siano riconosciuti come una violazione dei diritti umani. Dove lo Stato si assuma l'obbligo di proteggere e garantire la giustizia alle persone che subiscono questa violazione dei loro diritti, oltre a prevenire e perseguire il crimine. E quindi, le vittime devono essere al centro di tutte le loro azioni, garantendo tutti i loro diritti, compreso il diritto alla giustizia e di ricevere un risarcimento per il danno subito.
Un mondo in cui vi sia cooperazione tra le organizzazioni non governative civili e le autorità, che consenta alla società di essere coinvolta nella ricerca di soluzioni, sia nelle cause che nelle conseguenze, generate dallo sfruttamento e dalla tratta degli esseri umani. E così, raggiungere un mondo libero dallo sfruttamento e dalla schiavitù.

APRAMP può affermare che la maggior parte delle persone che si prostituiscono subiscono azioni di sfruttamento e vivono in condizioni di vulnerabilità e di marginalità. Nell'ultimo decennio, l'associazione è stata in grado di confermare che la tratta degli esseri umani in Spagna colpisce un'alta percentuale di persone.
Ciò significa che, qualunque sia la causa che ha portato le persone a trovarsi in questa situazione, circostanze economiche, l'inganno, l'abuso, la violenza e la mancanza di libertà nella pratica influenzano Il 90% delle persone alle quali l'organizzazione ha accesso. Cioè, sono vittime di violazioni dei diritti umani e le conseguenze di questi abusi influenzano negativamente la loro salute fisica e mentale, così come la loro dignità di persone.

APRAMP è stata in grado di verificare che le persone sessualmente sfruttate scelgono un altro modo di vivere se hanno le risorse, le capacità e le opportunità per farlo. Si parla di "contribuire a recuperare la loro libertà e i loro diritti", ecco perché APRAMP riconosce la capacità di ciascuna persona di decidere di essere soccorsa e supportata, e persino di chiedere giustizia o meno, in base alle proprie circostanze personali.

L'organizzazione cerca anche di cambiare la realtà che riguarda lo sfruttamento delle donne. Ecco perché, all'interno della sua missione, include l'aiuto per sradicare questo fenomeno. APRAMP documenta la realtà e la coscienza della società, testimoniando ciò che vedono ogni giorno sulla strada. Analizza le cause che portano queste persone alla schiavitù, dai paesi di origine a quelli di destinazione, e le terribili conseguenze nella vita di queste persone.

Molte vittime decidono di testimoniare solo davanti alla polizia o presentare un reclamo quando si sentono sicure e protette. Per APRAMP, fornire questa fiducia è un importante contributo al perseguimento di reati, perché in Spagna la testimonianza è un elemento chiave nel processo giudiziario.

Il contributo di "Reale Foundation" in questo progetto permetterà il finanziamento di seminari di formazione in varie materie che, in seguito, aiuteranno queste persone nella ricerca di un lavoro dignitoso che possa aiutarli nel riprendere in mano la loro vita.